lunedì 5 agosto 2013

"SPARI PER UN SANTO" I FUCILIERI DI SAN NICOLA a San Giuliano del Sannio

Campobasso 5 agosto 2013

Presentato il libro e aperta la mostra dedicati ai fucilieri di San Giuliano del Sannio

Una chiesa gremita, come mai si era visto in occasioni extra liturgiche a San Giuliano del Sannio, ha accolto sabato mattina la nuova creatura editoriale della Palladino Company, centrata sulla più rinomata e affascinante tradizione del paese sannita: quella dei fucilieri di San Nicola.
Opera essenzialmente fotografica quella di Ernesto Di Renzo, frutto di una ricerca che ha abbracciato tutto il Novecento e raccolto l’ampio coinvolgimento dei sangiulianesi, dapprima pronti a consegnare all’autore tutte le testimonianze fotografiche e documentarie della parata, poi felici di dimostrare il loro apprezzamento allo stesso Di Renzo e al Presidente dell’Associazione Culturale Insieme, Emanuele Cappella. Questi è il vero artefice dell’iniziativa culminata poi con l’inaugurazione di una mostra didattica sempre attinente alla originale interpretazione folklorica riservata dalla comunità locale al clou dei festeggiamenti per il Patrono, San Nicola.
Sono intervenuti alla presentazione di ‘Spari per un santo’ – questo il titolo dell’opera – anche il sindaco di San Giuliano, Angelo Codagnone, il parroco don Giovanni Tramontano, e il presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, sangiulianese doc e sempre ricettivo quando un centro molisano, non solo del Sannio, propone un’iniziativa degna di questo nome.
Sullo sfondo due archibugi imbracciati da due giovani fucilieri e i gonfaloni di una gran parte dei paesi molisani che hanno anch’essi in San Nicola la figura religiosa più devota e amata in calendario. E così anche i rappresentanti del Comitato festa del santo a Bari, che hanno pure loro raccolto l’invito, non si sono sentiti soli, avvolti dal calore della gente di casa sempre con le orecchie tese ad ascoltare gli interventi, soprattutto quello dell’autore.
Della tradizione dei fucilieri a San Giuliano si è detto e scritto, mancava un volume con una gran quantità di immagini e altri testi. Così, quando dal fondo della chiesa di San Nicola sono arrivati i libri, ancora caldi di inchiostro umido, la soddisfazione è stata collettiva e l’autore Ernesto Di Renzo, che è professore di antropologia all’Università di Tor Vergata, ha potuto spiegare, salutare e ringraziare con ancora maggiore enfasi i presenti.
Di seguito il trasferimento dell’evento nel bel Municipio di San Giuliano, fresco e accogliente, dove ben allestita e raccontata, principalmente da Emanuele Cappella, la mostra didattica ha potuto aprire i battenti e stregare il folto pubblico accorso da tutta l’area del vecchio Sannio.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento